AXIA
Come tutte le vere innovazioni, anche la nascita di Axia –azienda leader nel settore del design per il bagno, home & contract –si pone sotto il segno di un’intuizione. Alla fine degli anni ’90 infatti, quando l’azienda, oggi diretta da Alberto Salvador ed Elisabetta Zavarise viene fondata con l’architetto Lino Codato, è ormai compiuta l’evoluzione che ha portato la stanza da bagno a diventare il luogo privilegiato di un benessere e di una cura della persona che esigono i medesimi standard estetici e funzionali riservati agli altri ambienti dell’abitare. In questo contesto, Axia sceglie di rispondere all’intero ventaglio di esigenze che caratterizzano un fruitore sempre più attento e preparato. Pur mantenendo come imprescindibile parametro di riferimento un altissimo livello qualitativo, le collezioni di Axia sono infatti caratterizzate da una straordinaria varietà che, dal molto piccolo al molto grande, diventa il segreto di un’estrema versatilità, rendendo possibili le infinite declinazioni creative proprie del progetto contemporaneo. Una gamma completa di elementi dai lavabi, ai piatti doccia, dai rubinetti alle vasche da bagno, dagli accessori ai contenitori all’interno di un programma modulare e interscambiabile. La preziosità di materiali come il legno, l’acciaio inox e il corian, lontani da qualsiasi forma di imitazione, l’accuratezza delle rifiniture e l’attenzione dedicata all’innovazione tecnologica diventano così i sicuri pilastri su cui Axia ha fondato un rigore estetico che oggi vive e si evolve anche grazie all’inconfondibile apporto di designers di fama internazionale che vanno oltre a quel programma completo, firmato Lino Codato, che già gli fa da sfondo. Si innesta, per esempio, la nuova proposta di Simone Micheli che immagina un ambiente fluido e magico, ma allo stesso tempo funzionale e suggestivo sempre sul tracciato della filosofia di AXIA di rigore ed essenzialità formale, preziosità materica e innovazione tecnologica. Abbina la naturalezza del legno ai materiali fortemente contemporanei e tecnologici. Una policromia che va dal ciliegio, al noce, al rovere naturale o tinto, al wengé, al teak in contrasto con elementi laccati opachi o lucidi anche fuori standard, su scala RAL. Le resine come il Corian, il Cristal Plant o altre similari, utilizzate secondo le esigenze tecniche più specifiche, aiutano a creare con la termoformatura o lo stampaggio, delle linee uniche e morbide. Le vasche da bagno, per esempio, così come i piatti doccia sono proposti per il centro stanza, ad incasso o su misura sono adesso ovali, tondi, su basamento o a filo pavimento. I mobili contenitori con ante o con cassetti, le basi lavabo con i fondi sagomati e le cassettiere accostate aiutano a creare lo spazio ed il contenimento mantenendo la purezza dell’ambiente. Le forme infatti grazie ad essi sono adesso arrotondate. Smussandole e graduandone l’ intensità e l’ impatto, le superfici invitano ad essere toccate ed accarezzate. L’intento comune che guida il gesto progettuale e che contraddistingue ogni sua ricerca formale e funzionale, è quella di creare spazi limpidi in cui possiamo sentirci a nostro agio e rivivere la magia del pieno godimento di attimi vissuti solo ed esclusivamente per noi. Karim Rashid, invece, vive il bagno in modo invitante e sensuale, un luogo dove si può sfuggire per meditare e stare con noi stessi o con chi si ama. Lo disegna con materiali caldi cercando che la morbidezza dialoghi semanticamente con l’atto della pulizia del proprio corpo in un contesto biologico naturale e romantico. Cerca una tridimensionalità che catturi la luce e che crei una profondità visiva pur mantenendo le superfici facili da pulire. Pochi elementi di grande pregio per un ambiente spazioso in grado di raccontare storie emozionanti. Nella prima collezione si utilizza il multistrato di okumé marino, degli specchi ovali con luci a neon ed a led, dei piani sospesi con staffe di sostegno a scomparsa. Axia quindi vive nell’essenza e cerca nei suoi designers e collaboratori chi meglio la sappia esprimere , senza orpelli, in modo chiaro e diretto. Anche per il settore Contract, le strade principali su cui l’azienda si muove, arrivando sempre a destinazione, sono la qualità, il design, l’innovazione ed il servizio. Anche in questo caso la sartorialità, nonostante i volumi maggiori e la serialità, rende unico e identificabile ogni progetto, adattandolo all’ambiente e alle esigenze stilistiche del committente nonché al budget previsto. Nel settore contract si esce dalla sala bagno e si arriva a tutti gli altri ambienti per darne una continuità ed un’ armonia generale arrivando anche al progetto chiave in mano qualora richiesto. Questa divisione è nata quasi spontaneamente per rimanere al passo con un mercato, italiano ed estero, in continuo fermento, una sfida che AXIA Contract ha accettato accostando la filosofia della flessibilità e della personalizzazione a quella dei grandi volumi. Da imperdiet dictum vel, cursus at erat. Ut arcu dui, convallis id consequat sed, varius sit amet eros. Ut pharetra tellus posuere lorem bibendum semper. Vestibulum imperdiet augue tortor. Aliquam condimentum quam ac odio vehicula, ac fringilla ligula pulvinar.

Translation by Axia